Casa Vacanze Caterini

La nostra casa si trova all’interno delle mura medioevali che circondano la città di Montefalco, accessibile dalla Porta di Federico II su cui si affaccia, offrendo una vista suggestiva sulla Valle Umbra e sulle Città di Trevi e Spoleto, con allo sfondo l’ antica Rocca Albornoziana di Spoleto e le superbe montagne del Subasio e dei Monti Martani.
La casa, recentemente ristrutturata per volontà del nostro carissimo, indimenticabile padre Liano, in ricordo anche dei genitori e nostri nonni Caterino e Chiara, che l’hanno curata ed abitata per molti anni, è stata gradevolmente arredata con la preziosa collaborazione della nuora Marina e si sviluppa su tre piani.
Arco Federico II
Panorama vallata da Montefalco
Rocca Albornoziana

Montefalco

Montefalco si adagia a cavaliere su di un’amena collina, centro ridente di una graziosa successione di degradanti colli, rivestiti di olivi e di viti, gode dell’antonomastico appellativo di “Ringhiera dell’Umbria”, offrendo al visitatore un unico e suggestivo panorama di tutta la Valle Umbra da Spoleto a Perugia, le cui emozioni rimangono scolpite nella memoria come uno dei ricordi più cari.

Storia

Le Mura della Città
Racchiusa da una prima cerchia di mura, fu circondata da una seconda e più ampia cerchia nell’ anno 1324, su disegno del grande architetto senese Lorenzo Maitani.

Le quattro porte, sorvegliate e custodite, davano, come danno tutt’ora, ingresso alla città: quella di Sant’Agostino, dalla pittoresca torre merlata ed internamente decorata di pregevole affresco del XV sec. visibile all’arrivo in Città , quella della Rocca costruita dal Papa Giovanni XXII, quella di Federico II, il cui arco di “trionfo” fu innalzato nel MCCXLIII per accogliere Federico ed evitare le tristi conseguenze di un attacco da parte delle sue truppe (sopra l’arco ogivale fu apposta una lapide ancora esistente), infine quella di Camiano nel lato ovest della città.

Storia

La distruzione e la ricostruzione
Dalle quattro porte si sviluppano le quattro vie principali che attraversano la Città e conducono in cima al colle confluendo tutte nella Piazza del Comune ove si affaccia il Palazzo del Popolo realizzato nel 1270, oggi ancora sede del governo della Città .
Montefalco, distrutta durante le guerre di Annibale, trae origine dai Falischi etruschi nell’anno 361, risorta ad opera del patrizio romano Marco Corcurione che la denominò “Cor Curionis” (Corcurione).

Nel 1249, prese il nome di “Montefalco”, dopo l’invasione delle truppe saracene al comando del luogotenente di Federico II. Montefalco seguì le sorti della chiesa, facendo parte del ducato di Spoleto.
Con bolla del 9 maggio 1848 il Pontefice Pio IX la insignì del titolo di “Città”.

Questa cittadina è anche celebrata per la ricchezza del patrimonio artistico, largamente rappresentata nei sec. XIV,XV,XVI con opere di alto valore del Benozzo Gozzoli, l’Alunno, Il Perugino, Francesco Melanzio, ecc. che si trovano nel Museo di San Francesco e nella adiacente Chiesa.

Nel periodo del fulgido Rinascimento, insigni maestri lasciarono ampie tracce della loro nobile arte nelle chiese della Città arricchendole di inestimabili tesori e nell’architettura dei numerosi palazzi nobili e dei conventi presenti nel centro storico e nell’immediate vicinanze.

Uomini illustri nelle armi, nella scienza e nella politica hanno poi lasciato traccia nello svolgimento della vita cittadina e poi per virtù e dottrina vennero proclamati Santi e Beati.
E’ zona collinare, a 473 m. sul l.m.,con un clima asciutto e temperato piacevole sia in estate che in inverno, eminentemente agricola, felicemente collegata a numerosi molini e importanti cantine.
Ottimi, la produzione dell’ olio d’oliva, squisito per l’aroma delicato di frutto ed il “Sagrantino”, vino eccellente, prelibato, gustoso e tonificante, di alta gradazione alcolica, conosciuto oramai in tutto il mondo, apprezzato e decantato dai migliori enologi, ristoratori e degustato dai visitatori tutti.

Terre del Sagrantino

Durante le festività pasquali si svolge nel Complesso di S. Agostino la mostra mercato dei prodotti tipici.

Leggi tutto

La fuga del Bove

Rievocazione storica durante l'Agosto Montefalchese, che coinvolge i quattro rioni della città.

Leggi tutto

Cantine Aperte

Nell'ultima domenica di maggio le cantine ospitano i turisti che possono degustare vini di qualità.

Leggi tutto

Enologica

Nel salone espositivo e nel chiostro del Complesso di S. Agostino si svolge la Enologica, mostra mercato dei Vini Montefalco.

Leggi tutto

Contatti

Via Tempestivi, 11
06036 Montefalco (PG)
Corrado +39 335 6402016
Richiedi info

Vai ai contatti

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, rimani sempre aggiornato sulle ultime offerte e promozioni.

Casa Vacanze a Montefalco – Umbria